Storia

La Felice Dania nasce nel 1939 nel centro di Milano, grazie all’intuito di Felice Dania, il fondatore. Inizialmente l’azienda si sviluppa con la trasformazione di fogli di cartone in scatole e con la commercializzazione di spaghi e cordami.

Mercati di riferimento sin d’allora sono il settore farmaceutico, quello dell’igiene personale, l’editoria e l’alimentare. Con il passare del tempo e lo sviluppo della clientela, l’azienda si trasferisce da Milano città a Novegro di Segrate. Siamo negli anni ’70; a dirigere l’azienda in quel periodo è Maurizio Dania, figlio di Felice. Egli indirizza l’azienda verso la produzione di qualità, attraverso la continua ricerca di innovazione, volta al miglioramento dei processi produttivi. Ed è così che tra il 1975 e il 1976  la Felice Dania installa il primo Casemaker Curioni di piccolo formato.

L’impostazione data da Felice Dania e l’introduzione in azienda di macchine formatrici per il confezionamento degli imballaggi permette in quegli anni  di gettare  le basi per lo sviluppo futuro. Nel 2000, tra le prime del settore, l’azienda ottiene la certificazione  ISO 9001-2005. Nel 2010, sotto la guida di Davide Dania, nipote del fondatore, la Felice Dania acquisisce la S.I.C.O., storica  azienda lombarda di trasformazione del cartone ondulato. All’acquisizione fa seguito il trasferimento della sede produttiva da Novegro di Segrate a Burago di Molgora, dove l’azienda si sviluppa oggi su un’area di 6.500 mq dei quali 4.500 coperti.